Fiori dal limbo

by Verner

supported by
/
  • Streaming + Download

    Includes unlimited streaming via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.
    Purchasable with gift card

      €6 EUR  or more

     

  • Compact Disc (CD) + Digital Album

    Un unico CD con incluse 6 diverse copertine intercambiabili, con illustrazioni di Mara Cerri. 12 tracce di cantaturato/pop/rock
    1 Cd Box including 6 different covers, with artwork by Mara Cerri. 12 tracks of Italian songwriting/pop-rock..

    Includes unlimited streaming of Fiori dal limbo via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.
    ships out within 10 days

      €10 EUR or more 

     

  • Full Digital Discography

    Get all 4 Verner releases available on Bandcamp and save 30%.

    Includes unlimited streaming via the free Bandcamp app, plus high-quality downloads of Quotidianità, Viaggiare da solo, Fiori dal limbo, and Il mio vestito. , and , .

    Purchasable with gift card

      €8.47 EUR or more (30% OFF)

     

1.
Verner - Cose semplici Com’è che non la riconosci Caserta piena di ricordi Non è poi così diversa Da quella casa vuota E tutto che sembrava un gioco Dentro le case vuote Non ha mai smesso di rincorrerti Il vento che soffia fuoco e ceneri Dal Vesuvio, nei tuoi occhi Case lasciate vuote E tutto che sembrava un gioco Fuori un paese ignoto Le pietre sui vetri E fammi entrare i tuoi segreti Il mondo che trema E che mi dai in cambio Del mio corpo d’adulto Una ragione, un altro torto Cosa mi hai nascosto Che mi dai, che mi dai ancora Com’è che non ascolti più Quelle domande che la notte Soffia dai destini persi Sognavi ad alta quota Dal finestrino hai salutato Cose che non hai avuto L’odore lontano Delle estati nel Gargano L’attesa che trema E che mi dai in cambio Del mio cuore da adulto Una ragione, una rivolta Cosa mi hai nascosto Che mi dai, che mi dai ancora Dove sei salito Come scendere Come sei cambiato Senza accorgerti Hai dimenticato Come perdersi Come sei caduto Com’è semplice Le pietre sui vetri E fammi entrare i tuoi segreti Il mondo che trema E che mi dai in cambio Del mio corpo d’adulto Una ragione, un altro torto Cosa mi hai nascosto Che mi dai, che mi dai ancora
2.
Verner - Terra dei miracoli Linda, la scintilla nei tuoi occhi spenta da necessità Linda, hanno mangiato la montagna su cui ridevamo Linda, della mia vigliaccheria non avere più pietà Dici che sono arrendevole E mi scoprirò colpevole Vedi che resto arrendevole, Che sono anch’io colpevole Linda, i nostri cuori avvelenati da silenzi prepagati Linda, il mio rifiuto mescolato ad altre opere incompiute Linda, per paura di perdere tutto ho ceduto la mia dignità Non avere più pietà di me Linda, com’è bella questa terra che ci ha contagiato Dici che sono arrendevole E mi scoprirò colpevole Vedi che siamo così fragili, Ma credo in te, più che ai miracoli Dici che ti senti inutile Ma credo in te, più che ai miracoli Più che ai miracoli Linda, questa meraviglia intatta Come fosse il primo giorno Oppure l’ultimo Linda, questa meraviglia intatta
3.
Di noi due 04:02
Verner - Di noi due Di noi due troveranno gli avanzi Tempi morti, micce corte ed indugi Di noi due troveranno i ciliegi Che piantammo perché ancora credevamo Di noi due chiederanno ai superstiti Chi ci ha visto giurare sulle rondini Di noi due mostreranno i disordini Che creammo decidendo di non spegnerci Leggilo al contrario questo andare via Questo consumare tutta la magia Se niente può cambiare Com’è che cambi me Dove sei in questa nebbia che ci arrende Dentro al buio ricadevo per rincorrerti Su noi due muoveranno gli eserciti Per disperderci dentro giorni tutti uguali Leggilo al contrario questo andare via Questo consumarsi, questa malattia Se niente può cambiare Com’è che cambi me Come brillo se soffi su di me Con un brivido soffia su di me Come brucio se soffi su di me Come brucio se soffi su di me Leggilo al contrario questo andare via Questo consumare tutta la magia Se niente può cambiare Com’è che cambi me Leggilo al contrario questo andare via Questo consumare tutta l’allegria Se niente può cambiare Com’è che cambi me Com’è che cambi me Com’è che cambi me
4.
Verner - Fiori dal limbo Cerco il rimedio che fa per me E forse è l’odio a portarmi da te Sta ritornando e mi ritorna in mente tutto Corrotto e distrutto Ancora una volta Devo farmi forza Ancora una volta Ingoi rabbia e ti fai coraggio Sai che ti aspetta un lungo viaggio Sta diventando trasparente tutto intorno E tu cerchi ombra Ancora una volta Brucia la pelle Ancora una volta E sai, succede che non hai più sonno E sai, succede che non sei più sveglio Fiori dal limbo ti porterò Cerco il rimedio che fa per me E forse è l’odio a portarmi da te Sta diventando trasparente tutto intorno E tu cerchi ombra Ancora una volta Devo farmi forza Ancora una volta E sai, succede che non hai più sonno E sai, succede che non sei più sveglio Fiori dal limbo ti porterò Ancora provi a credere Non vuoi più fingere Hai a cuore quell’attimo di te E’ sudicia la verità Quella coperta Che al sole riflette ancora un po’ di te Se ancora devi vincere Prova a convincerti Che hai a cuore quell’attimo di te E sai succede che non stai più fermo E sai succede che non giri più in tondo Non stai più aspettando E sai succede che non stai più fermo Fuori dal limbo
5.
Verner - Portami in giro Ce l’hai uno che ti porta in giro Ce l’hai un nome per i tuoi nemici Ce l’hai un filo da cui si può cadere Ce l’hai un numero su cui potrai contare Senza redini Ti penso Credimi Non ho né il coraggio Né la voglia Di resistere Ce l’hai qualcuno a cui non fai paura Ce l’hai un vestito che si può sporcare Il tuo veleno cercava di addolcire Quell’altro insipido modo di sparire Ce l’hai una casa O sono solo gli alberi e il cielo aperto In cui vorresti perderti Senza redini Ti penso Credimi Non ho né il coraggio Né la voglia Di resistere Senza redini Ti penso Credimi Non ho La minima intenzione Di proteggermi Le incisioni sul ferro delle iniziali La corteccia dell’universo cerebrale E chi mi tiene fermo E mi comprime in uno schermo, Ma la mia pelle la riconosci dai segni dei recinti Queste autostrade per te le ho dipinte Ce l’hai uno che ti porta in giro Che ti fa ridere Che ti prende in giro Portami un po’ in giro (senza redini, ti penso, credimi) Portami un po’ in giro
6.
Verner - Giorno di riposo Preso dall'ansia Di dire cose Interessanti Pericolose Non c'è un giorno di riposo Per pensare a cosa non hai Preso dall'ansia Di fare in tempo Di fare tutto Di farlo meglio Non c'è un giorno di riposo Per pensare a cosa non hai Hai camminato Fino alla cima Della collina Per poter vedere Se c'è un giorno nuovo Se c'è un posto per te Se c'è un giorno nuovo Se c'è un posto per te
7.
Verner - Inutili verità In piedi Leoni o prede Il mondo va Più forte di noi Dei nostri cuori Dei nostri divieti Dei nostri errori Dei nostri ripieghi Ti chiedi se siamo degni Di questo mare Di questo vento Che spinge a largo i tentativi I nostri eroici slanci emotivi Le nostre fragili fedeltà Non dirmi che resterai immobile Nei tuoi segreti irraggiungibili Cambia con me queste abitudini Tutte le inutili verità Non dirmi che resterai debole Dietro ai macigni, sopra le nuvole Cambia con me queste abitudini Tutte le inutili verità
8.
Verner - Non ci siamo per nessuno Cercherai tra le scartoffie e in mare Le nostre giornate dimenticate Vedi le spiaggie Bagnate di rabbia Noi non ci siamo per nessuno Quel volgare senso di libertà Ferma quest’estate Finestre spalancate Lasciale anche se comincia a piovere Come ti brucia il petto Stelle cadenti ti attraversano Sparire per dispetto Via verso cime irraggiungibili E quel volgare senso di libertà Vedi le spiaggie Bagnate di rabbia Noi che gridiamo il nostro esistere Come ti brucia il cuore Stella che cadi senza far rumore Stai lì a guardare fuori Verso le cime irraggiungibili Quanta fatica per non cedere A quel volgare senso di libertà Quel volgare senso di libertà
9.
Tutti questi anni (Verner) Forse restiamo diversi, ma restiamo in fila Aspettare prego, che la ruota gira E questo è un combattimento che non dà tregua Non ricordo più qual è la meta Col tempo la mia fame hai divorato Fuori ad asciugare, follie del passato Mattone su mattone hai costruito La tua casa insonorizzata Gioia Dove sei stata Tutti questi anni Sono passati in un lampo E in questi centimetri Che ci separano Sto consumando il mio tempo Vuole scappare di casa quanto prima Crescere restando solo una bambina Vuole cambiare il mondo finché ha tempo Finché dura questa adrenalina Gioia Tutti questi anni Dove sei stata Sono passati in un lampo E in questi centimetri che ci separano Sto consumando il mio tempo Gioia Cos’è successo Sembra che hai perso Tutta la stima in te stessa E provo ad averti Senza più contenerti In sensi di colpa Semplicemente Rivoglio indietro il mio battito Mi deridi mentre smetto di arrendermi Ma semplicemente Chiedo al mio battito Di reggermi mentre smetto di arrendermi Semplicemente invecchieremo Sulla luna per davvero Aspettando sempre meno Come terra nera Dopo fiumi in piena Gioia Tutti questi anni Dove sei stata Sono passati in un lampo E in questi centimetri che ci separano Sto consumando il mio tempo Gioia Cos’è successo Sembra che hai perso Tutta la stima in te stessa E provo ad averti Senza più contenerti In sensi di colpa
10.
Verner - Con le migliori intenzioni Se fossi meno stanco Farei tutto per piacerti e forse Non sarebbe tempo perso Ridere e guarire Partire e non morire Dare a tutto un’illusione Di perfezione Su strade da rifare Tracce di cantieri ormai deserti Gallerie interrotte Scie di pensieri Come pendolari Tornano ad interrogarsi Su un motivo per rialzarsi Ma in un attimo Come cambiano Le migliori intenzioni si accendono Se fossi più leggero Volerei tra i tuoi pensieri E forse resterei lì volentieri Penserei al tuo sguardo Nelle pause pranzo Nel camino brucerei Tutte quelle occhiate stanche E in un attimo Le cose cambiano Le migliori intenzioni si accendono In un attimo Come cambiano Le migliori intenzioni si accendono Sai che scavando tanto Ho trovato oro, ferro, amianto Ed un pezzo anche d’inferno Sai qualcosa ho vinto Su nelle foreste E’ piovuta tra le foglie La bellezza dei momenti
11.
12.
Questa è la mia terra (Verner) Ora le parole spegni Mi avvicino e ti prendo E spero, spero che ti dimentichi che è tardi Ora la mia pelle tagli Che la luce non mi abbaglia più Che è vero, vero che siamo spogli ma superbi Voce la mia luce, Brucia la mia terra Tu che sai di guerra Tu lo sai Che è roca la mia voce E buia la mia stella Ma combatto la mia guerra Non da martire E chiedo, chiedo di restar sveglio anche se è tardi Che è pieno, pieno di domande il mio coltello E come una magia Trasparente arrivi Scavi un senso Superi le dighe Ora la mia voglia accendi Dove la mia vita attende me E vedrai, vedrai che non mi fermerò ai cancelli Affonda la mia voce E affondano i battelli Prima che sia terra Prima che sia giorno Ma affondo la mia voce Rivoglio la mia stella Combatto la mia guerra Contro le lacrime Affondo la mia voce E questa è la mia guerra Questa è la mia terra Non le lacrime Affondo la mia voce E questa è la mia guerra Questa è la mia terra Non le lacrime E come una magia Trasparente ridi Scavi un senso Superi le dighe

credits

released November 3, 2014

Testi e musiche di Verner (Gianandrea Esposito)
Verner: voce e cori, chitarra acustica ed elettrica, armonio indiano, e-bow, tastiere, drum synth
Simone Cavina: batteria
Luca Nicolasi: basso
Mujura: basso in di noi due
Frauke Spangenberg: violoncello in giorno di riposo e con le migliori intenzioni; coro in terra dei miracoli
Bruno Germano: piano in cose semplici, inutili verità, questa è la mia terra; e-bow in di noi due; slide in non ci siamo per nessuno; organo in fiori dal limbo
Domenico Stranieri: elettronica in cose semplici
Registrato da Bruno Germano al Vacuum Studio di Bologna e da Verner nel home studio di Regnoli666
Missato da Giacomo Fiorenza all’Alpha Dept Studio di Bologna
Mastering di Andrea Suriani all’Alpha Dept Studio di Bologna
Registrazioni pre-produzione: Verner (Rondone14) e Thomas Corrado (Botteghe Riunite San Renato)
Prodotto da Verner
Arrangiamenti: Verner e tutti i musicisti che hanno suonato nel disco
Si ringrazia per il supporto nella produzione artistica (in ordine cronologico): Mujura, Simone Cavina, Bruno Germano, Giacomo Fiorenza
Edizioni: A Buzz Supreme
Illustrazioni: Mara Cerri
Progetto grafico: Giovanni Ferrara

license

all rights reserved

tags

about

Verner Bologna, Italy

Verner is an Italian songwriter. He published two albums, "Il mio vestito" and "Fiori dal limbo".

/Verner è un cantautore italiano. Ha pubblicato due album, “Il mio vestito” e “Fiori dal limbo”.

contact / help

Contact Verner

Streaming and
Download help

Redeem code

Report this album or account

If you like Verner, you may also like: